Come mi vesto?

Prima di rimanere incinta avevo un fisico asciutto e tonico e qualsiasi cosa indossavo mi stava bene eccezion fatta per gonne, pantaloncini e abitini corti. Non ho mai messo in mostra le mie gambe perché ho sempre pensato siano brutte.. e a furia di pensarlo ora ne sono convinta nonostante il parere discordante di chi mi ha vista a gambe scoperte. Andare in giro non sentendomi a mia agio con gli abiti che indosso non è per nulla piacevole quindi li evito.

Anche in gravidanza non ho ceduto: pantaloni di lino con la vita morbida d’estate e leggins in autunno e inverno. Fino al sesto mese la mia pancia non si notava perché era piccina ed avevo messo su solo tre o quattro chili, quindi potevo permettermi ancora più o meno tutto. Per fortuna!

Una volta partorito ecco che il mio rapporto con il guardaroba comincia a diventare difficoltoso. Cioè, avanzava fuori ciccetta da tutte le parti.

Per forza! Durante la gravidanza la pelle è tirata e quindi appare soda, mentre una volta partorito la pelle si distende e si svuota.

Mi sentivo uno sharpei qualunque fosse l’indumento che indossavo.

sharpei01-e1478646319616-400x250
Sharpei (immagine presa da internet)

Sono passati quasi otto mesi e ci vorranno ancora un po’ di mesi prima che la ritenzione idrica mi abbandoni definitivamente ridando al mio corpo la sua forma originale.

La canicola mi è stata d’aiuto comunque perché mi faceva sudare come se avessi fatto la maratona di New York e m’invogliava a bere di più e di conseguenza a fare plin plin.

Poi nonostante il caldo torrido mi sono fermata due minuti a riflettere e sono giunta alla conclusione che sono davvero una folle.

Per tutta la vita mi sono preoccupata di ciò che pensavano gli altri di me quando probabilmente la più critica di tutti, riguardo al mio aspetto fisico, ero io.

Già perché a pensarci bene a diciotto anni mi sono ammalata di anoressia, invece di mettermi in mostra mi sono sempre coperta facendo finire sia i pregi che i difetti sotto capi larghi e lunghi.

Ma adesso basta!

Ieri ho scritto l’articolo Presenza fondamentale ricordando l’importanza di avere accanto una persona che ti dia energia positiva. Ecco, oltre alla mia famiglia che non ha mai perso occasione per farmi sentire importante, bella e brava, c’è il mio compagno che (spero onestamente) mi riempie di complimenti.

E così, complice la canicola, ho deciso  di indossare abitini e pantaloncini corti. Non sono ancora a mio agio, ma almeno potrò fare pace con il mio guardaroba…e forse con me stessa.

Perché infondo l’unica opinione che mi interessa è la mia e quella di chi mi ama.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...