Dolce.. ritorno

È davvero tanto che non scrivo.

Come mai? Bé.. diciamo che non ho più molto tempo da dedicare a me stessa e alle mie passioni.

Dal 15 dicembre 2016 le mie priorità sono cambiate. Ora le mie giornata le passo con il mio bambino..e sono giornata piene, da 24 ore, senza pausa.

Già, perché fare la mamma è un lavoro a tempo pieno e senza pause.

PERÒ È IL LAVORO PIÙ BELLO E GRATIFICANTE CHE CI SIA.

La mia giornata inizia attorno alle 4 con la prima poppata che mi tiene occupata per circa mezzora. Fortunatamente il latte materno è già pronto all’uso!!!

Dopo la poppata bisogna attendere il “ruttino” e quindi passa ancora qualche minuto.

Dopo il ruttino bisogna sperare che la creatura si addormenti subito se no bisogna munirsi di energia e coccolarla finché non si addormenta per bene. Già, perché se non si addormenta bene c’è il rischio che al minimo rumore spalanchi gli occhi obbligandoti a ricominciare da capo.

Adoro coccolare il mio bambino ma alle 5 le energie scarseggiano.

La cosa si ripete ogni 4 ore: alle 4, alle 8, alle 12, alle 16, alle 20 e a mezzanotte.

Quando lui dorme io ne approfitto per riordinare la casa perché quando è sveglio bisogna giustamente dare a lui tutte le attenzioni.. se no piange e non smette finché non ottiene ciò che vuole. Il problema che credo abbia ogni neo mamma è capire COSA vuole..

Comunque non mi posso lamentare: piange poco, mangia e dorme.

C’è un altro piccolo problema. E si, perché non è molto che io e lui andiamo a spasso da soli. A causa del cesareo non riuscivo né a muovermi bene né a guidare e quindi sono tuttora disorganizzata. E questa disorganizzazione mi innervosisce tremendamente.

Sono abituata ad avere tutto sotto controllo ma ora devo pensare per due e ci vorrà un po’ prima che tutto diventi automatico. Ogni giorno scopro qualcosa di nuovo.

E questo accade anche passando 24 ore su 24 con il mio bambino. Il suo primo sorriso è stato emozionantissimo, il momento in cui ha afferrato il primo oggetto mi ha resa fiera di lui, ogni suo singolo versetto sta prendendo un significato specifico.

Ad ogni modo, pian piano ora sto riuscendo a gestire il mio tempo e per non perdere l’abitudine ne ho usato un po’ per addolcire il palato a colui che mi supporta e sopporta dopo una giornata di lavoro.

20170127_190232
Quadrotti al cocco e gocce di cioccolato
20170127_185444
Muffins al cocco e gocce di cioccolato

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...