25 novembre..tutti i giorni.

Oggi è la giornata mondiale contro la violenza sulle donne.. facciamo che resti tale 365 l’anno!

In molti hanno aderito alla campagna Actionaid, soprattutto sui social network, dove moltissime donne hanno modificato la loro immagine del profilo aggiungendo una cornice con un bel “NO alla violenza sulle donne“. C’era anche qualche uomo, ma purtroppo sono ancora pochi.

Proprio questa mattina in TV, durante una trasmissione sul tema, ho sentito alcuni commenti in merito:

  • La conduttrice ha detto una cosa GIUSTISSIMA: “come madre di due figli maschi ho il dovere e la responsabilità di educarli a rispettare le donne”. Anche io credo che l’educazione e il vissuto di un bambino (o di una bambina) possano influire sui suoi atteggiamenti in età adulta. La vita là fuori potrebbe essere più dura di quanto si aspetta e se non è pronto ad affrontarla, perché nessuno gliel’ha insegnato, farà di testa sua.
  • Un’ospite della trasmissione ha aggiunto che se gli uomini non violenti si mettessero in prima fila per questa battaglia lancerebbero un forte segnale alla società, distinguendosi da chi usa la violenza come unico mezzo di comunicazione.
  • Un’altra ancora ha detto che alcune donne tendono a diventare estremiste (femministe) e purtroppo questo invece di avvicinare le persone, le allontana. In effetti, anche io sono convinta che gli estremismi, in ogni loro forma, sono sempre controproducenti. Le battaglie vanno portate avanti con logica e strategia. Non bisogna mai arrivare allo stesso livello dell’avversario.
  • L’unico uomo presente in studio ha dato un consiglio semplicissimo che credo ognuno di noi dovrebbe seguire: appena vedete sui social network un commento violento o offensivo verso qualcuno, segnalate e bloccate chi lo scrive. Questo è un modo per isolare queste persone. L’unione fa la forza sempre!

Condividendo le immagini o rispondendo ai commenti si fa il loro gioco.. ed in quel momento hanno già vinto. E noi non vogliamo essere complici di questa gente.

Detto ciò, oggi 25 novembre, è anche l’anniversario della morte di mio papà. Avevamo un rapporto davvero speciale come spesso accade tra padre e figlia. Con lui se n’è andata una parte di me.

Mi ricollego al tema dell’articolo dicendo che lui é stato l’esempio di uomo che ho imparato ad apprezzare fin da piccola e che oggi ho ritrovato nella persona con cui sto costruendo il mio futuro. Un uomo che mi ama, mi rispetta e mi protegge.

Questa è una data che non dimenticherò mai e mi fa piacere che con una giornata di sensibilizzazione in favore delle donne.

Ovviamente avrei preferito che fosse qui ma questa è la vita.

Probabilmente sta passando il testimone alla creatura che sta per venire al mondo e che riempirà la nostra vita di gioia. ❤

pàblog.jpg

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...